L'Aspiracenere

Il bidone aspiracenere è indispensabile per chi possiede una stufa o un caminetto. La combustione del legno o del pellet forma della cenere da eliminare. La pulizia regolare (a volte anche giornaliera) è indispensabile per garantire il corretto funzionamento del dispositivo e l’adeguata efficienza e rendimento.

Quali sono i tipi di aspiracenere in commercio?

Aspiracenere per ceneri calde: alcuni aspiratori sono in grado di aspirare anche ceneri calde. Più correttamente si dovrebbe parlare di ceneri non completamente fredde (temperatura < 40 gradi). Questo tipo di aspiratore consente di risparmiare tempo in quanto non si deve aspettare molto dopo lo spegnimento della stufa e si può lavorare con più serenità.

Aspiratore con filtro ad acqua: la maggior parte degli aspiratori sono dotati di un filtro a secco, spesso lavabile e intercambiabile, che trattiene al suo interno tutte le particelle di polvere e cenere aspirate. Alcuni modelli più moderni prevedono l’utilizzo di un sistema di filtraggio ad acqua. Oltre al filtro a secco si può contare sull’acqua contenuta all’interno del serbatoio che andrà atrattenere al suo interno tutte queste particelle.

Aspiracenere con scuoti-filtro integrato: Lo scuoti-filtro è un particolare tipo di accessorio che viene utilizzato per evitare che i filtri si intasino; in questo modo non dovrete stare sempre a pulire il filtro dell’aspiracenere. Inoltre, evitando che il filtro si intasi a causa della cenere, anche il motore eviterà qualsiasi sovraccarico e durerà molto più a lungo.

Qual’ è la differenza tra l’aspiratore e l’aspiracenere?

L’aspirapolvere serve solo ad aspirare polveri e particelle di un determinato tipo; l’aspiracenere può aspirare anche le particelle più fini e la cenere calda. L’aspirapolvere non resiste al calore delle ceneri più calde, quindi non può essere usato in quel modo. Utilizzare l’aspirapolvere per la cenere calda potrebbe portare a combustioni indesiderate causa di incidenti. L’aspiracenere evita anche lo spargimento delle particelle nell’ambiente circostante, quindi la casa si manterrà più pulita ed eviterete di respirare cenere.

Ogni quanto si puliscono i filtri?

Non esiste un tempo prestabilito. Aspetto molto importante è la regolarità. Il consiglio più corretto è di leggere attentamente il libretto delle istruzioni: La frequenza di pulizia indicata è fortemente dipendente dalle caratteristiche dell’apparecchio.

Filtro a secco o filtro ad acqua?

Un modello a secco è adatto a chi non ha problemi di allergie, ha un costo più contenuto e un minor ingombro; invece, i modelli con filtro ad acqua sono ideali per tutti i soggetti allergici in quanto sono in grado di mantenere l’aria della casa più salubre.

Quali sono i criteri da considerare nell’acquisto?

Potenza del motore: un buon motore dovrebbe essere dotato di una potenza abbastanza elevata; con un motore potente avrete una capacità di aspirazione migliore.

Sistema di filtraggio: Il sistema di filtraggio garantisce che nemmeno un granello di cenere fuoriesca dalla macchina. I modelli migliori sono dotati di un sistema di filtraggio a più stadi, composto da vari tipi di filtri. Esso vi offrirà un’aspirazione perfetta e impedirà la fuoriuscita di polveri.

Consumi e classe energetica: si consiglia di partire dalla classe A

Capacità del bidone: La capacità del bidone di raccolta è molto importante. Un bidone piccolo comporta lo svuotamento in continuazione.

Altri parametri di valutazione: per ceneri calde, con filtro a secco, con filtro ad acqua, dotati di scuoti-filtro integrato o dotato di doppio sistema di filtraggio.